+39 348 8097918 / +39 328 2515230 / +39 328 3120525info@farfalleincammino.org
Italiano  English

TourDay [turdei] Winter Edition 2017

Home / Archivio / TourDay [turdei] Winter Edition 2017

RIMANI AGGIORNATO – CLICCA QUI e SEGUI L’EVENTO FACEBOOK

copertina

In tanti, stupiti dal non avere ancora visto le locandine del TourDay [Turdei] Winter Edition, ci stanno chiedendo se questo inverno ci sarà…Tranquilli, ci sarà! Semplicemente ha traslocato di data, non più, per quest’anno, in occasione dei falò pontremolesi di San Nicolò e San Geminiano (se non conoscete questa antica tradizione consigliamo la lettura di questo articolo) ma nel periodo di Carnevale. Sabato 25 Febbraio, dalle 9 alle 20, è la data scelta. (sabato di Carnevale). E questa è solo la prima delle novità della quarta ripetizione della manifestazione (tra edizioni estive ed invernali). Prima di raccontare i cambiamenti rispetto al passato è d’obbligo una breve presentazione per chi ancora non ha imparato a conoscere il TourDay [turdei].

Si tratta di un giro gastronomico a tappe nella tradizione della cucina pontremolese e lunigianese che si svolge nell’arco di una giornata, da cui l’unione delle due parole inglesi Tour (giro) e Day (giorno) che pronunciate insieme ricordano, come suono, la parola dialettale “Turdei” ovvero tortelli, perciò: Giro, Giornata, Buon Cibo sono le parole chiave dell’evento.

In totale quest’anno le Tappe sono 16, novità rispetto al passato quando si fermavano a “solo” 12, tutte nel centro storico di Pontremoli o nelle immediate vicinanze, da raggiungere rigorosamente a piedi (anche per preservare i punti della patente) ammirando, tra un piatto e l’altro, le meraviglie architettoniche del borgo, dal Medioevo al Barocco. Ci piace dire che il TourDay [turdei] è anarchico poichè ad ogni partecipante viene consegnato un dettagliato libretto, in italiano, inglese e dialetto, con la presentazione di tutte le tappe (i locali), i piatti e le bevande da degustare, la loro ubicazione ma ognuno può decidere, in libertà, il percorso da seguire, il numero di tappe da fare, il tempo da impiegare per ogni tappa. Nulla vieta di fermarsi più a lungo in una delle tappe e aggiungere al piatto del TourDay [turdei] qualche altra bontà. Un preciso regolamento spiega come partecipare e come poter ottenere i vari premi in palio. Quest’anno per esempio oltre a premi per tutti i partecipanti, una bellissima maglietta celebrativa dell’evento per i primi 100 che completeranno almeno 12 tappe su 16. Farà fede il libretto con apposti i timbri dei locali, che diventa esso stesso un prezioso ricordo dell’impresa portata a termine.

Le Tappe sono locali storici di Pontremoli, dove si respira la vita del borgo e dove nulla è costruito a misura di evento o di turista, tutto è genuino! Dalla Pasticceria in stile liberty, al Bar tappezzato di foto dei Falò, all’Osteria con il bancone e il vino sfuso. Un incontro con la gastronomia ma soprattutto con gli osti, i cuochi, i pasticceri, i baristi che di tutto questo sono i custodi, in ambienti che hanno visto intere generazioni e hanno assistito a decenni o secoli di vita di questa nostra meravigliosa Italia di provincia.

I Piatti sono i più vari, ma tutti rigorosamente legati alla tradizione. Sono ciò che il vero pontremolese deve aver mangiato e bevuto almeno una volta e che accompagnano i ricordi dei tanti che, per necessità, vivono lontano. Dallo “Street Food” ante litteram: la Zuppa dell’Osteria Busse o il Panino con Bollito dell’Osteria San Francesco e il Lupo (con l’eredità dell’antica Osteria “Da Sauro”) che rifocillavano gli abitanti delle frazioni che i giorni di mercato scendevano a Pontremoli, ai famosi Amor (il dolce pontremolese più famoso) con la China Clementi, l’elisir “made in Lunigiana” , alla Birra artigianale del “Moro”, alla Farinata che in Lunigiana, come in Liguria, ha casa, ai Tortelli lunigianesi, ai Testaroli, alla Torta d’Erbi, ai Padleti (frittelle di farina di castagna), alle Chiacchiere, immancabili dolci di Carnevale, agli affettati nostrali della mitica Salumeria Angella, al Ramaino di Pasquino Tarantola, agli aperitivi del vero pontremolese: il Bianco Oro del Bar Luciano e Lo Stordente del Bar Alvaro, tanto buoni quanto segreti nella loro ricetta. In un Giro (tour), in una giornata (day) tutti i sapori di questa sorprendente cucina di confine che di tre regioni (Emilia, Liguria e Toscana) ha preso il meglio creando una ricchezza di piatti e di produzioni (molte DOP o Presidi Slow Food) che ha pochi eguali in Italia.

 I partecipanti, quelli siete voi, e potete essere da soli, in coppia, in famiglia, in gruppo, non c’è una regola. Certo essendo il Sabato di Carnevale sarebbe davvero bello avere singoli o gruppi mascherati (magari a tema), tanto che ci saranno premi speciali per la maschera più bella, la coreografia di gruppo migliore, il gruppo più folkloristico. Naturalmente non è un obbligo! Di indispensabili ci sono solo la curiosità, la buona forchetta e la voglia di divertirsi e stare in compagnia! Per chi ha voglia di mascherarsi un modo diverso di vivere il sabato di carnevale da terminare, magari, in una delle varie feste notturne in maschera.

Le Novità rispetto al passato, le abbiamo già in parte raccontate ma qui le elenchiamo tutte insieme:

  • la nuova data 25 Febbraio 2017;
  • da 12 a 16 Tappe con il ritorno della mitica Zuppa della Trattoria Bussé (dove il TourDay è nato) e l’ingresso di nuove Tappe di grande qualità: L’Osteria della Luna con i tortelli lunigianesi, La Pizzeria da Pecci con la farinata, il Bar Alvaro con Lo Stordente, Il Forno Tarantola con Il Ramaino;
  • il cambio di prodotti offerti per il Caffè Letterario (affogato alla castagna) e Cortina di Cacciaguerra (presentazione in anteprima della nuova Birra Artigianale sviluppata assieme al Birraio Il Moro);
  • la possibilità di partecipare in maschera (singola o di gruppo) con premi dedicati;
  • la maglietta celebrativa dell’evento per i primi 100 che “porteranno a casa” 12 tappe;
  • la presenza come sponsor dell’azienda Stainer, produttrice di cioccolata di qualità, che affianca lo sponsor storico Lunigiana Preziosa, due realtà imprenditoriali lunigianesi che fanno della qualità il loro punto di forza.

Allora non importa se sia la prima o la quarta partecipazione per voi, perché questo TourDay [turdei] sarà per tutti una evoluzione rispetto al passato. E se le idee sono ancora confuse, nessun problema, basta presentarsi al TourStand in Piazza della Repubblica, a Pontremoli, Sabato 25 Febbraio ed essere pronti a stare in compagnia! Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile contattare info@farfalleincammino.org – Segreteria Farfalle 3315740114.

Nelle prossime settimane vi racconteremo con maggior dettaglio il regolamento, le tappe, i piatti.

  • Trattoria “da Bussè” – Zuppa Pontremolese
  • Antica Pasticceria degli Svizzeri – Amor con China Clementi
  • Bar Luciano – Aperitivo Bianco Oro
  • Birreria del Moro – Birra Artigianale con tagliere
  • Trattoria Norina – Torta d’Erbi
  • Pasticceria Duomo – Chiacchiera, Amor tondo, biscòto dal Campanùn con caffè
  • Antica Trattoria “Pelliccia” – Testaroli
  • Ristorante Relais “Caveau del Teatro” – Padleti di castagna con ricotta
  • “La Cortina di Cacciaguerra” – Birra artigianale “Mirum” con pane bruschettato e strolghino
  • Caffè Letterario – Affogato alla Castagna
  • Salumeria Angella – Panino con salumi nostrali (salame, coppa, spalla cotta, filetto)
  • Pizzeria Pecci – Focaccia con Farinata
  • Osteria con cucina “San Francesco e il Lupo” – Panino con Bollito
  • Gelateria Alvaro/Bar Moderno – Aperitivo Lo Stordente
  • Osteria della Luna – le ricette di Mara – Tortelli lunigianesi
  • Forno Tarantola – Ramaino

turdei1

Evvai di TourDat [turdei]

turdei2

Il Bianco Oro del Bar Luciano

turdei3

La Birra del Moro

pecci

Roberto Pecci e la sua Focaccia con Farinata

turdei3

La foto di rito con “il tortello” al termine del proprio TourDay [turdei]

Recommended Posts
Contattaci

Per qualsiasi informazione o richiesta non esitare a contattare le Farfalle in Cammino