+39 348 8097918 / +39 328 2515230 / +39 328 3120525info@farfalleincammino.org
Italiano  English

Un Borgo da Sfogliare – Pontremoli

Home / Attività e laboratori / Un Borgo da Sfogliare – Pontremoli

C’è il Comune di Pontremoli in prima linea insieme ad Associazioni e Istituti Scolastici del Territorio. Operatori, insegnanti e volontari che si mettono a disposizione per dare vita alla seconda edizione di “Un borgo da sfogliare”.

In occasione del mese da sempre dedicato all’amore per il libro e alla lettura e del già noto Premio Bancarellino, dal 18 al 26 Maggio il centro storico di Pontremoli verrà animato da numerosi eventi, incontri, spettacoli e letture che intratterranno tutte le fasce di età.

Dal Centro Giovanile “Mons. G. Sismondo”, al Centro Teatro Pontremoli, alla Biblioteca Cimati, alla Compagnia del Piagnaro, Pro Loco, Museo Diocesano, Biblioteca Antica del Seminario e Cooperativa Sigeric insieme all’Istituto Comprensivo Pietro Ferrari sede di Pontremoli, Istituto di Istruzione Superiore Paolo Belmesseri di Pontremoli, Liceo Classico Vescovile di Pontremoli e in collaborazione con la Fondazione Città del Libro: tutti nel corso degli ultimi mesi si sono messi a disposizione per organizzare una settimana dai contorni unici e originali.

Non manca davvero nulla nel ricco carnet della settimana dal 18 al 26 Maggio p.v. e per tutte le fasce di età, creata con lo scopo di rafforzare il legame da sempre presente e più vivo che mai tra Pontremoli e il libro.

Una sinergia di azioni e di intenti che in queste giornate troverà compimento e darà ampio sfogo ad attività che diventeranno fulcro della vita cittadina pontremolese. Da laboratori creativi come quelli organizzati dalla Biblioteca Cimati insieme alla Scuola dell’Infanzia di Pontremoli e con il contributo dell’Istituto Giapponese di Cultura di Roma, ad incontri con autori e professionisti nel settore di arte e cultura, a spettacoli all’aperto come “Il Testo rubato” organizzato da Compagnia del Piagnaro e Pro Loco seguito da laboratori per piccoli sbandieratori, arcieri e tamburini, o “Alice e il paese delle Meraviglie” a cura del Centro Giovanile “Mons. G. Sismondo” di Pontremoli. Ma ci sarà anche spazio per temi purtroppo di grande attualità come quello del bullismo, con lo spettacolo teatrale portato in scena dal Centro Teatro Pontremoli e dal titolo “Il sogno di Celestino”. Adolescenti protagonisti nello spazio “Esponi le tue idee”, gestito e organizzato dagli studenti del Liceo Classico Vescovile in cui saranno artefici di un pomeriggio tutto loro, su un tema da loro scelto e poi discusso. La scrittura creativa invece sarà un’attività tutta da scoprire e per tutte le età grazie al Centro Teatro Pontremoli, insieme al laboratorio “La Marionetta” ancora una volta da loro seguito e rivolto alla fascia d’età 6 – 10 anni. “Vivi il Museo! – Non visitare il Museo … Vivilo” è il titolo dei laboratori sul libro e sulle arti organizzato all’interno del Museo Diocesano e del Seminario curato dalla Biblioteca Antica del Seminario. Senza dimenticare gli spazi dedicati agli Istituti Scolastici del Territorio: lo spettacolo teatrale “Peter Pan” portato in scena al teatro della Rosa dall’Istituto Pietro Ferrari di Pontremoli e Filattiera, gli spazi “Qui si ascolta”, con musica dal vivo accompagnata da letture a cura dell’Istituto Paolo Belmesseri di Pontremoli nella Piazzetta della Pace, “Qui si recita” a cura dell’Istituto Comprensivo Pietro Ferrari di Pontremoli nella Piazzetta della Pace.

Dulcis in fundo un pomeriggio organizzato dalla Cooperativa Sigeric in collaborazione con il Liceo Classico Vescovile e Associazione Farfalle in Cammino: un’escursione accompagnata dalle guide ambientali di Sigeric e dai ragazzi in Alternanza Scuola Lavoro sull’antico tracciato della Via Francigena, alla quale seguirà, negli Orti della Città, lo spettacolo teatrale “Viaggio tra le magiche creature dell’Appennino” con Mario Ferraguti, Andrea Gatti e Giacomo Agnetti.

Ci sono esseri, creati dai racconti, che hanno continuato per millenni a popolare l’immaginario delle comunità d’Appennino, creature magiche di natura animale, ibrida o antropomorfa che si potevano incontrare in luoghi precisi e per cui gli uomini avevano sviluppato attenzioni, paure e scongiuri per proteggersi. Con un racconto fatto di parole e musica, si entra in questo mondo seguendo i passi di un Ulisse appenninico pronto a conoscere, meravigliarsi e soprattutto a imparare quanto la paura possa essere preziosa. Tutte le storie sono state raccolte sull’arco dell’Appennino tosco-ligure-emiliano, casa per casa, paese per paese… I testi sono tratti da ‘Dove il vento si ferma a mangiare le pere’ di Mario Ferraguti

Lo spettacolo si terrà alle ore 18.30 presso gli Orti della Città, nel retro del Palazzo Comunale..vi aspettiamo per viaggiare con la Fantasia tra i Boschi di Appennino!!!

Recommended Posts
Contattaci

Per qualsiasi informazione o richiesta non esitare a contattare le Farfalle in Cammino