+39 348 8097918 / +39 328 2515230 / +39 328 3120525info@farfalleincammino.org
Italiano  English

Storia e Mission

Home / Farfalle in cammino / Storia e Mission

Storia

Farfalle in Cammino è un’associazione no profit nata dall’iniziativa di tre persone che condividevano la passione per la propria terra e allo stesso tempo i principi del turismo responsabile.
Hanno così pensato di creare un’associazione che potesse promuovere questi valori dando uno slancio al turismo locale, ma non solo.

L’associazione opera dal 2004 ed organizza iniziative a sfondo sociale, itinerari di turismo responsabile in Lunigiana, attività didattiche e laboratori per le scuole, iniziative volte alla promozione della consapevolezza del territorio e delle proprie origini, la tutela dell’ambiente e l’integrazione.

L’associazione è aperta a tutti, ovviamente presupposto la condivisione dei principi fondamentali sui quali si basa lo statuto e l’intera attività.
Dalla sua fondazione, Farfalle in Cammino è cresciuta sia per quanto riguarda il suo organico, che conta oggi 30 soci, sia per quanto riguarda il riconoscimento sul territorio e la collaborazione con Enti ed associazioni locali.

Questa è la dimostrazione che la passione e l’impegno, anche e soprattutto in questo caso da parte dei giovani, possono dar vita ad iniziative autonome di valore, in grado di donare il proprio contributo in vari ambiti del sociale.

Mission

Lo scopo principale dell’Associazione è quello di far conoscere le meraviglie che la sua terra ha da offrire, e di farlo con il lieve impatto di un battito di ali di farfalla.

Gli obiettivi dell’Associazione:

  • Promuovere un turismo responsabile che si basi su modelli di consumo e produzione sostenibili, contribuisca alla tutela della natura, conservi cultura ed identità delle popolazioni locali;
  • Diffondere una cultura di accoglienza del turista visto come “risorsa” e non come “distruttore” del paesaggio. Il turista responsabile è infatti attento alle usanze della cultura locale e al patrimonio storico-ambientale, interessato verso tutto ciò che è “diverso” ed offre un’occasione di scambio interculturale anche per la gente del posto con la quale entra in contatto;
  • Sostenere pratiche di buon esempio, come attività agricole e artigianali che utilizzano ancora tecniche di lavorazione tradizionali, strutture ricettive e non che impiegano per esempio materiali eco-sostenibili, attività di ristorazione e simili che offrono solo prodotti freschi, locali e possibilmente provenienti da agricoltura biologica;
  • Facilitare l’integrazione, non solo del turista che visita questi luoghi con gli attori ospitanti, ma anche la buona convivenza tra gli abitanti, anch’essi di diverse origini e culture;
  • Stimolare, nel turista come negli abitanti, la consapevolezza del territorio, del suo patrimonio storico-culturale e paesaggistico, proponendo iniziative per diffondere la conoscenza di beni storico-artistici e di tradizioni quali antichi mestieri o prodotti tipici;
  • Sensibilizzare anche i più piccoli a tutti questi principi (turismo responsabile, integrazione e tutela dell’ambiente), per renderli dei fruitori responsabili e consapevoli del proprio territorio e dei luoghi che visiteranno, attraverso attività didattiche, incontri e laboratori.

Strategie

Le strategie scelte per poter raggiungere gli obiettivi preposti sono:

  • Collaborare con istituzioni pubbliche, associazioni, soggetti privati, organizzazioni analoghe e con agenzie turistiche che perseguono gli stessi scopi;
  • Tenere conferenze, seminari, corsi di formazione;
  • Promuovere la cultura del viaggio attraverso eventi quali mostre, rassegne cinematografiche, musicali, eno-gastronomiche, presentazioni di libri ed incontri con gli autori;
  • Proporre viaggi e soggiorni turistici;
  • Promuovere il turismo culturale come occasione per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e naturale dei diversi territori ed operare per la sua conservazione;
  • Proporre percorsi didattici di turismo responsabile alle scuole;
  • Raggiungere tutti quegli accordi, a carattere commerciale e non, atti a garantire l’economia e la funzionalità dell’Associazione ed a favorire il suo sviluppo;
  • Dare la propria adesione a quelle associazioni od enti che possono favorire il conseguimento dei fini sociali;
  • Partecipare a bandi e concorsi nell’ambito del sociale, volontariato o turismo per poter ottenere fondi che sostengano l’attività dell’Associazione.
Contattaci

Per qualsiasi informazione o richiesta non esitare a contattare le Farfalle in Cammino